lunedì 23 gennaio 2017

Bilanci vaticani, il cardinal Pell e un'attesa che comincia a prolungarsi troppo

Pubblicato alla fine di dicembre 2016 su Lettera 43

Cresce l'attesa per nuovi bilanci della Santa Sede. Già, perché da quando è nata la nuova Segreteria per l'economia, nel 2014, superato qualche equivoco statutario relativo ai poteri del nuovo organismo (in un primo tempo quasi assoluti sulle finanze d'Oltretevere, poi ridimensionati), si attendono ora risultati concreti; trasparenza, programmazione del budget, standard contabili internazionali: sono le parole magiche intorno alle quali gira la riforma finanziaria del Vaticano voluta da Francesco. 

Il cardinale George Pell

lunedì 12 dicembre 2016

Bergoglio risponde a Trump a suon di cardinali. Come cambia la Chiesa americana

I due non si amano, hanno entrambi hanno personalità forti e non sono abituati a mollare la presa tanto facilmente: non sarà facile insomma sciogliere il gelo che separa oggi il nuovo presidente Usa Donald Trump e papa Francesco. Eppure politica e diplomazia sono strumenti duttili; il miliardario-presidente prima o poi verrà a qualche più mite consiglio, e Francesco farà prevalere il 'bene della Chiesa'

lunedì 28 novembre 2016

La Santa Sede e i fratelli Castro, così la Chiesa ha teso la mano a Cuba

 C'è indubbiamente un legame particolare fra la Santa Sede e Cuba, una sorta di rapporto preferenziale, suggellato dalla mediazione positiva svolta da Francesco, primo papa sudamericano, in favore del disgelo fra Casa Bianca e regime castrista. Bergoglio, in tal senso, è stato il pontefice incaricato di portare a termine l'ultimo tratto di strada, il più arduo, quello con il quale si è passati dalle parole dal lungo percorso di avvicinamento di cui furono protagonisti Wojtyla e Ratzinger, ai fatti

Francesco tocca l'ultimo tabù, anche l'aborto potrà essere sempre perdonato

Il cammino della misericordia non si ferma con la fine del Giubileo, anzi, PapaFrancesco rilancia e tocca uno dei temi tabù della dottrina, l'aborto. Con una decisione destinata comunque a destare scalpore, Bergoglio ha infatti deciso di concedere a tutti i sacerdoti del mondo, d'ora in avanti, la facoltà di assolvere dal peccato di aborto, dando così stabilità e certezza a un provvedimento preso in via eccezionale per l'anno santo


martedì 15 novembre 2016

Effetto Trump: Papa Francesco e i muri d'America (due visioni opposte del mondo)

Il muro fra Messico e Stati Uniti, le barriere fra poveri e ricchi, il muro letterale e simbolico di Wall street, nel cuore pulsante della finanza mondiale, i muri che dividono esclusi e integrati anche nelle città dell’occidente, sono altrettante divisioni che il papa vuole abbattere con la forza di un Vangelo concretamente vissuto. Trump è, al contrario, il leader-simbolo di chi, nel precipitare della crisi, pensa a chiudere le porte della cittadella in una visione dichiaratamente egoistica e anti-soldiale.

Argentina: negli archivi vaticani la verità sulla sorte dei desaparecidos

A breve saranno accessibili i materiali conservati negli archivi della conferenza episcopale argentina, della nunziatura di Buenos Aires e della Segreteria di Stato. Si tratta di migliaia di documenti perché in questi 'contenitori' confluiva, almeno in parte, la documentazione degli stessi archivi diocesani argentini, con i mille rivoli di storie locali, di biografie smarrite, di dettagli specifici sui 'desaparecidos'. 


venerdì 4 novembre 2016

Mons. Tomasi (Santa Sede): “Giusto dare la cittadinanza ai figli degli immigrati”

Parla il Segretario di «Iustitia et Pax»: l’integrazione è fatta di diritti e anche di doveri. «Decisivo» il contributo che gli extra-comunitari danno all’economia italiana e europea. Il Vecchio Continente è preda di un «soggettivismo esasperato» che brucia la solidarietà, mentre le cause delle grandi migrazioni non vengono affrontate

giovedì 27 ottobre 2016

Younis Tawfiq: “La battaglia di Mosul rappresenta una svolta, ma sarà lunga”

Parla l'intellettuale iracheno Younis Tawfik. «l'Isis vuole combattere con i cecchini e utilizzare kamikaze e autobombe». Il rischio di un alto numero di vittime civili. Nella crisi il ruolo determinante delle potenze regionali, a cominciare da Iran e Turchia. Per il futuro «salvaguardare minoranze con uno Stato confederale».

domenica 23 ottobre 2016

Shoah: medici del Bambin Gesù e dell'Israelitico insieme ad Auschwitz

Un viaggio della memoria per ricordare che il medico non può mai schierarsi dalla parte del male come invece avvenne nei campi di sterminio. Il ricordo dell'azione di salvataggio condotto da alcune suore del Bambin Gesù verso bambini e famiglie ebraiche durante la guerra e oggi i corridoi umanitari dell'ospedale vaticano per i piccoli siriani

Lo staff medico del prof. Clauberg (a sinistra) nella sala operatoria all’interno del blocco 10 di Auschwitz I  - Main Commission for the Investigation of Nazi War Crimes, Varsavia

mercoledì 19 ottobre 2016

Siria: Zenari, “inaccettabili le violazioni dei diritti umani, la guerra deve finire”

Parlano i nunzi in Siria e in Iraq, in Vaticano per una conferenza sugli aiuti umanitari nei due Paesi. La situazione sanitaria drammatica, la popolazione sotto le bombe, il grande sforzo di solidarietà della Chiesa, il contributo dei cristiani sul tema centrale della riconciliazione e dell'apertura all'altro.


Mons. Perego: «stragi in mare dimenticate perché interpellano Europa e politica»

Il direttore generale della Fondazione Migrantes a Madrid per l'incontro dei responsabili della pastorale per i migranti in Europa, spiega come il diritto d'asilo è diventato in diritto negato. Ma nel 2016 i flussi dall'Africa sono in calo, mancano però politiche di accoglienza diffusa

giovedì 5 maggio 2016

Il papa, la cattiva finanza e l'assedio dei 'fondi avvoltoio' all'Argentina

(Articolo apparso su Linkiesta) - Cosa hanno in comune Evo Morales (presidente della Bolivia), Rafael Correa (presidente dell'Ecuador), Alexis Tsipras (primo ministro greco), Bernie Sanders(candidato socialista alle primarie democratiche per la Casa Bianca), e i fratelli Castro (capi del regime cubano dalla sua nascita ad oggi)? Rappresentano, con una sequenza di sfumature e differenze anche notevoli, una varietà di leader di sinistra esplicitamente critici della speculazione finanziaria quale architrave dell'economia globale e, in secondo luogo ma non per importanza, si sono tutti incontrati e non per caso con il papa.